Il calcio gremisce gli stadi. Il basket o la pallavolo riempiono i palazzetti. Esiste però in Italia una lunga serie di sport che non ha nessuna intenzione di farsi chiamare “minori” e lavora costantemente per emergere. E il flag football è uno di questi. Dare vita ad un’associazione che promuova uno sport di nicchia è da ardimentosi, lo sappiamo. Non siamo però i soli in Italia. Tanti, come noi, hanno creduto e credono nel Flag Football investendo tanto tempo e passione. Ma in quanti lo conoscono? Non fatevi spaventare dalla parola FOOTBALL. Si tratta di uno sport SENZA CONTATTO e col football americano condivide parte delle regole. Le società dove si pratica il football americano lo inseriscono come disciplina propedeutica alla più nota versione con casco e spalliera ma da molti anni vive come disciplina a sé, con campionati nazionali, internazionali e la concreta aspirazione di essere presente in un futuro prossimo ai giochi olimpici. In Italia si gioca sia a livello giovanile che a livello senior. Il campionato giovanile si divide in Under 13, Under 15 e Under 17, organizzato dalla FIDAF, Federazione Italiana di American Football. Dal 2012 anche le donne hanno un campionato a loro dedicato, sempre in capo a FIDAF. Il campionato senior – misto, possono giocare insieme uomini e donne – è invece organizzato dal 2007 da LIFF, Lega Italiana Flag Football. Quali le regole? Il Flag Football si gioca 5 contro 5 in un campo di 70 per 25 yard. Non esistono placcaggi. L’azione infatti, si interrompe quando al portatore di palla viene strappata una delle due strisce – le flag, appunto – che porta legate ai fianchi. Quattro i tentativi per far avanzare il pallone oltre la metà campo, o su lancio o su corsa, e poi altrettanti per arrivare in meta. Il flag football è divertimento, agonismo, atletismo. Bambini e adulti, donne e uomini, tutti possono giocare a Flag Football. Provate però a dire a un giocatore di flag che il suo sport è come “ruba bandiera”. Vi racconterà di quanto fiato ci vuole. Vi descriverà i salti, l’agilità, la potenza. Vi dimostrerà come anche la tattica conti. E di come il senso di appartenenza alla propria squadra continui anche fuori dal campo, dando vita a profonde amicizie.